Ci voglio credere

Ci voglio credere. Si, da giorni vivo con queste parole che mi bombardano il cervello. Chi lo avrebbe mai detto che saremmo stati costretti a combattere con noi stessi? Questa oltre ad essere una epidemia, è una guerra, una guerra senza armi, senza esplosioni, senza rumose, ma con tanti morti. Ho capito che non è facile accettare tutto questo, non è facile sopratutto se vivi lontano da casa, lontano dal mare, dalla famiglia, lontano da questa Italia che sta soffrendo. Ho capito anche che non possiamo continuare a piangere, a lamentarci, e criticare ogni singolo gesto del governo. Ho capito che questa guerra noi la possiamo vincere, ed è molto piu facile di quanto sembra.

#iorestoacasa

Io sono uno di quelli che vive all’estero, precisamente in svizzera. Qui il virus avanza silenziosamente, come ha fatto nel resto del mondo, seminando contagi e morti. Il governo dopo aver chiuso cinema, musei e scuole, ha ben deciso che le persone possono uscire, evitando assembramenti naturalmente. Io continuo a lavorare perchè qui prima della salute, si pensa all’economia, ma appena posso mi rinchiudo in casa, un po come tutti voi. Cucino, pulisco, leggo, gioco, cerco di distrarmi, ma sopratutto di dedicarmi quel tempo che prima dicevo di non avere. Ho fatto anche un bel viaggio, seduto sul divano, con i piedi in aria e le cuffie che riempivano ogni crepa. Ho pensato a tutti i miei sogni, ne ho scelto uno, ed ho deciso di portarlo al termine. È un libro, che ho iniziato due anni fa, si intitola “Ci voglio credere” si perchè io infondo ci spero che ne usciremo al piu’ presto da questo temporale, e ritorneramo a vivere, con degli occhi diversi, pieni di vita, la stessa che ci è stata sottratta in questi mesi. Ritorneremo a viaggiare, a ridere, e scherzare su tutto questo che è stato, si ci voglio credere.

  • : Acquarica del Capo
  • : Zurigo
  • : 26
  • : Saldatore

1 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *